Cerveteri Litorale Ultim'ora

Cerenova come una pattumiera a cielo aperto, i residenti sono stufi

Chi segue il nostro profilo facebook l’ortica social questa mattina avrà visto cosa è accaduto.

Così si presentava stamane piazzale Roma, angolo via Cales, prima della nostra diretta

Chiamati da alcuni residenti, ci siamo recati nelle strade di Cerenova per documentare l’incresciosa escalation delle discariche abusive in varie strade della frazione di Cerveteri, un malcostume che dalla fine della quarantena è andato in costante crescita. Abbiamo effettuato prima una diretta fotografica da varie vie, poi siamo andati in onda da piazzale Zambra, nei pressi del mercato, dove da mesi si registra una delle situazioni più vergognose. Ebbene, con piacevole sorpresa, abbiamo visto arrivare nella strada, pochi minuti dopo l’avvio della diretta, il camion della ditta appaltatrice della nettezza urbana a Cerveteri che ha provveduto a bonificare immediatamente la strada. Sul luogo è intervenuta anche la delegata comunale Patrizia Dell’Olio che ci ha rilasciato un’intervista che potete vedere sul profilo l’ortica social.

Così si presentava stamane via Marcina, prima della nostra diretta

Addirittura, e ne siamo lieti, in altre strade come via Marcina, via Felsinea e largo Roma, ovvero quelle immortalate dalle nostro foto, celermente gli operatori ecologici hanno provveduto a rimuovere cumuli di rifiuti che giacevano da giorni a cielo aperto. Preso atto di questo intervento immediato, frutto forse dell’intervento di Ortica Social, restano però alcune considerazioni che vogliamo condividere con i nostri lettori. E’ palese che non debba essere necessario l’intervento del nostro giornale on line per risolvere il problema della spazzatura nelle strade e nelle aree verdi di Cerenova. Non sono queste le risposte che si attendono i contribuenti della frazione di Cerveteri che pagano la Tari, non si può più tollerare una situazione di degrado ancor più grave in tempi di emergenza sanitaria. E’ palese che il Comune debba trovare una soluzione, non si possono lasciare montagne di immondizia davanti agli edifici solo perchè i sacchetti non rispettano i dettami dell’appalto. Che si multino gli utenti che non effettuano correttamente la raccolta differenziata, si adottino provvedimenti drastici, ma assolutamente non si lasci la spazzatura per giorni in mezzo alla strada.

Da una ventina di giorni via Adria è in questa situazione

Attualmente il clima è rigido, ma vi immaginate col primo caldo primaverile cosa potrebbe accadere nelle strade di Cerenova se continueranno a proliferare discariche abusive dove spesso ci sono anche resti di cibo? A nostro parere, Comune di Cerveteri e ditta appaltatrice della nettezza urbana debbono sedersi ad un tavolo, rivedere alcune linee guida dell’affidamento ed adoperare il buon senso prima che la situazione precipiti. Lasciare immondizie in strada solo perchè è contenuta in sacchetti neri, beh alla luce della situazione di Cerenova appare una scelta poco oculata. Il muro contro muro non porta a nulla, i residenti sono stanchi di avere sotto le finestre di casa le pattumiere a cielo aperto. Senza dimenticare che, interventi straordinari come quelli effettuati stamane, prevedono costi extra per il conferimento in discarica che saranno pagati da tutti i contribuenti di Cerveteri sulle prossime bollette della Tari. Solo con un sensato giro di vite a colpi di multe e molta elasticità operativa si potrà uscire da questo tunnel. Sperando che non sia sempre necessaria la diretta di Ortica Social per indurre chi di dovere a ripulire le strade di Cerenova. Noi ovviamente continueremo a raccontare ai lettori la situazione. E non solo a Cerenova ma in tutto il litorale. Puntando l’indice contro gli incivili che stanno rovinando il nostro litorale per la loro sciatteria morale e lo scarso rispetto dell’ambiente e del prossimo.

Lascia un commento