Cerveteri Litorale Ultim'ora

Dopo i bonus spesa di Cerveteri, qualcuno si scaglia ora anche contro i camperisti di Campo di Mare

Avete presente chi, non contento di aver commesso una sciocchezza, si prodiga per reiterare l’errore?Ebbene, forse per il primo caldo che confonde le idee a chi ne ha già professionalmente poche, qualcuno dopo aver messo in moto la macchina del fango contro le centinaia di persone che hanno ricevuto il bonus spesa dal Comune di Cerveteri per sopravvivere nel periodo di lockdown, ora non ha trovato di meglio che puntare l’indice contro camper, roulotte e caravan che parcheggiano nell’apposita area limitrofa alla spiaggia di Campo di Mare. Evidentemente qualche sedicente giornalista, chissà se iscritto all’albo nazionale, deve avere coltivato per anni una forte idiosincrasia nei confronti delle persone meno abbienti, o comunque, non in grado di pagarsi hotel di lusso nel sud Italia, vacanze a Miami, ferie dispendiose. Altrimenti non si spiegano servizi pseudo giornalistici furtivi, riprese effettuate frettolosamente di notte, come nel recente caso dell’area di sosta di Campo di Mare, che qualche distratto ha confuso con un campeggio. Essendo però questi video servizi privi di commento, praticamente muti, sorge spontaneo il dubbio se questi apprendisti giornalisti siano in grado di formulare un commento di accompagnamento alle immagini. Oppure se a mancare non sia la favella, bensì il coraggio di metterci la faccia, specie su un argomento che evidentemente non conoscono a fondo. Ma, del resto, ci sono figuri noti in zona per essere leoni da tastiera al pc e don Abbondio de noantri nella vita reale. Studiando un pò, avrebbero scoperto che non si tratta di un campeggio, ma di un’area che il comune di Cerveteri ha trasformato in parcheggio libero non solo per i camper ma anche per le automobili, in attesa della fine dei lavori di restyling sul lungomare dei Navigatori. Peraltro, non sarebbe difficile comprendere per questi snob da tastiera che, rispetto alla sosta selvaggia del passato sulla spiaggia, ora l’apertura di questo spazio ha permesso di mettere ordine in una situazione che per tanto tempo aveva provocato zuffe tra bagnanti e camperisti. Ma, comprendiamo che effettuare riprese di corsa, non aiuta a comprendere taluni concetti. Eppure, tanto per fare un esempio, sarebbe sufficiente guardare i video servizi che realizziamo noi di Ortica Social per capire come si svolge la professione di giornalisti.

Un dato positivo però queste brutte faccende lo stanno producendo: vi invitiamo a leggere i commenti del popolo del web nei confronti di questi sedicenti operatori dell’informazione per verificare come le persone stiano comprendendo la differenza tra giornalisti di professione ed apprendisti pennivendoli. Su tutti il commento postato dal signor Giuseppe Arnone: “Siete la vergogna dell’informazione,andate la notte a filmare i camper,in sosta in un parcheggio sulla terra non avete nemmeno il coraggio di sentire le loro lamentele”.  Vox populi…

 

Lascia un commento