Cerveteri Litorale Ultim'ora

Lo scandalo trentennale del parcheggio di via Angelucci a Cerenova

Passanti che cadono nelle buche, automobili che si danneggiano sugli smottamenti, selciato che diventa una trappola nelle giornate di pioggia.

A Cerenova i residenti di via Sergio Angelucci ed i clienti del vicino centro commerciale sono sul piede di guerra per il pessimo stato del parcheggio, da oltre trent’anni simile ad un percorso di guerra. La mancanza di manutenzione e l’avanzare delle radici dei pini che hanno sollevato l’asfalto hanno reso impossibile lasciare i veicoli in una delle zone più densamente abitate della frazione balneare di Cerveteri. Dietro la mancanza di lavori, palesemente necessari vista la pericolosità della situazione, si nasconde da decenni un complesso palleggio di responsabilità tra comune e condomini, proprietari dell’area di sosta. A rumoreggiare sono le associazioni dei residenti che più volte hanno segnalato il ripetersi di incidenti provocati dalle pessime condizioni del manto stradale.

«A Cerenova – afferma il presidente del locale Comitato di zona, Enzo Musardo – esiste un’anomalia tipica del territorio di Cerveteri. Il parcheggio di via Sergio Angelucci è una delle tante aree private ad uso pubblico, una formula tutta italiana che contribuisce solo a creare confusione di competenze. Dagli anni novanta, quando fu cancellato il Consorzio obbligatorio di Cerenova, la situazione delle aree ad uso pubblico è peggiorata in modo esponenziale. Il parcheggio di via Sergio Angelucci è l’esempio lampante del caos, secondo il comune dovrebbero essere i condomini dei palazzi a sobbarcarsi le alte spese di ristrutturazione del manto stradale. Poiché servirebbe l’unanimità dei consensi dei proprietari degli immobili, molti dei quali vengono a Cerenova solo un mese l’anno e non hanno particolare interesse a risolvere il problema, la situazione è in stallo dalla fine dello scorso secolo. Oltretutto, nel corso del tempo si sono formulate varie congetture sul reale status di area privata di quella zona, il risultato è che continuano ad accadere incidenti, la gente si fa male, ho personalmente soccorso un anziano che si era ferito alla testa dopo essere inciampato in una radice che solleva l’asfalto. Chiediamo al nuovo sindaco Elena Gubetti, che ha rinviato l’annunciato incontro con i cittadini di Cerenova, di intervenire rapidamente per risolvere il rebus delle aree private ad uso pubblico della frazione».

Qualche anno fa l’allora amministrazione dell’ex sindaco Guido Rossi effettuò in danno lavori di ristrutturazione e riqualificazione di piazza Morbidelli, altra zona privata di Cerenova, inviando poi la fattura ai proprietari dei condomini. Il giudice, dopo una battaglia legale, respinse la richiesta del comune di Cerveteri di chiedere il risarcimento.

Lascia un commento