Cerveteri Litorale Ultim'ora

“Viale Manzoni a Cerveteri di notte diventa un circuito da corsa”

Viale Manzoni come un circuito da corsa nelle ore notturne. Sono preoccupati i residenti dell’arteria che dalla periferia conduce al centro di Cerveteri dove in tardissima sera alcuni motociclisti si sfidano a tutto gas, sfrecciando ad elevata velocità. Vere e proprie gare che mettono a rischio l’incolumità delle persone che passeggiano al fresco della sera e degli ignari automobilisti che talvolta si trovano in mezzo a vere e proprie corse di motociclette di grossa cilindrata.

A protestare sono anche gli abitanti del quartiere, svegliati di soprassalto dal rombo dei centauri sotto le loro finestre. In viale Manzoni non è la prima volta che emerge il problema delle corse notturne, dopo la pandemia il malcostume di gare clandestine sembra essere esploso in tutta la sua gravità. Nella zona abita anche il consigliere comunale Lamberto Ramazzotti che ha annunciato una interrogazione urgente al nuovo sindaco Elena Gubetti a nome dei residenti del quartiere.

<<E’ una situazione assurda – afferma l’ex sindaco Ramazzotti – sulla quale nessuno si decide ad intervenire. Viale Manzoni da settimane sembra una pista per motociclisti irresponsabili, alcune persone hanno raccontato di essersi salvate in extremis mentre stavano attraversando la strada. Alla prossima seduta del Consiglio comunale chiederò all’amministrazione di provvedere all’installazione dei dossi o dei rallentatori di velocità lungo viale Manzoni come deterrente per gli irresponsabili dall’acceleratore facile. Oltre alla sicurezza è in ballo anche la quiete pubblica, la gente ha diritto a riposare nelle ore notturne senza essere spaventata dal passaggio di motociclette che corrono fino all’alba. Nel malaugurato caso di gravi incidenti, presenterò denuncia alle autorità competenti>>.

A Cerveteri altre segnalazioni di corse notturne arrivano dagli abitanti della via Settevene Palo vicino al campo di calcio Galli e da via Boito e via Scarlatti a Valcanneto. La richiesta è unanime: installare al più presto i rallentatori nelle strade.

Lascia un commento