Lago Litorale Spettacolo Ultim'ora

Anguillara ha incontrato Caravaggio e ne è restata incantata

Anguillara ha celebrato il ritorno alla quasi normalità con un evento culturale che resterà nella storia della cittadina lacustre.

Una fase del dibattito

Davanti ad un pubblico di oltre 15o persone, nel rispetto del distanziamento, in una giornata molto calda, l’anfiteatro del lungolago si è trasformato in un vero e proprio museo a cielo aperto con l’esposizione delle copie museali di Caravaggio, realizzate dai pittori Felicia Caggianelli, Silvia Moccia, Federica Filzi, Stefano Martini e Claudio Belleggia. Dipinti che hanno incantato i visitatori per la loro bellezza, all’interno di un evento che ha regalato forti emozioni con la recitazione, da parte delle artiste Manuela Gentile e Federica Filzi, di alcuni brani di “Caravaggio in versi” scritti dal professor Franco Leone, le performance musicali delle giovanissime Asia Tamanti e Sofia De Carolis e gli interventi degli Acoustic Trio che hanno rappresentato la colonna sonora della manifestazione. “Anguillara incontra Caravaggio”, organizzata da Ortica Social e dall’associazione Sui passi di Caravaggio col prezioso patrocinio gratuito del Comune lacustre, per oltre 3 ore ha incollato il folto pubblico sulle sedie e sugli spalti dell’anfiteatro dove troneggiavano i meravigliosi quadri davanti ai quali sono stati scattati decine di selfie e fotografie ricordo.  A raccontare la storia e le caratteristiche dei dipinti è stato il professore di storia dell’arte del liceo artistico Paciolo di Anguillara, Gaetano Vari, che ha regalato una vera e propria lectio magistralis, ponendo anche interessanti domande ai pittori sulle loro tecniche. Esposte anche due opere ispirate a Caravaggio, un particolare della “Vocazione di San Matteo” ed una interpretazione della “Medusa”, realizzate dagli studenti del liceo di Anguillara che ha preziosamente collaborato alla realizzazione della manifestazione grazie all’impegno di tutto il corpo docente.

Come sempre, insieme alla mostra si è svolto un interessante dibattito, moderato dal direttore di Ortica Social, Gianni Palmieri. La direttrice del periodico Tracciati d’arte, Felicia Caggianelli, ha raccontato come sia nato il progetto di rivendicazione dello sbarco e forse della morte di Caravaggio sulle sponde di Palo, ricordando la figura del professor Vincenzo Pacelli, docente dell’università Federico II di Napoli, che per primo scoprì le tracce dell’approdo del grande pittore nell’archivio del Vaticano. Il noto giornalista della Rai, Ugo Russo, ha illustrato le ragioni del forte impatto mediatico di Caravaggio e perchè piaccia tanto alle nuove generazioni che si riconoscono nello spirito ribelle e fuori le righe che caratterizzò la vita travagliata vita di Michelangelo Merisi. Il sindaco di Anguillara, Angelo Pizzigallo, ha ringraziato gli organizzatori dell’evento, dichiarandosi orgoglioso che fosse proprio Caravaggio ad aprire il cartellone delle manifestazioni estive allestito dalla nuova amministrazione comunale. A condurre la sequenza degli eventi artistici e musicali è stata Monica Ceccarini, senza la quale allestire l’iniziativa non sarebbe stato possibile.  Uno dei momenti più sorprendenti è stata l’interpretazione di due brani musicali da parte di Ugo Russo che, oltre ad essere un apprezzato giornalista, per 35 anni è stato il sosia sul palcoscenico nei travestimenti e nella voce dell’indimenticabile Demis Roussos, cantate e bassista di origine greca che ha scritto pagine indimenticabili nella storia della musica internazionale per oltre mezzo secolo. Una voce quella di Ugo Russo che ha strappato applausi a scena aperta alla folta platea dell’anfiteatro.

L’evento ha avuto la vicinanza anche delle altre amministrazioni del territorio, era presente il delegato all’arte di Cerveteri, Roberto Cortignani, da Ladispoli il sindaco Alessandro Grando ha inviato un forte abbraccio agli organizzatori ringraziandoli per elevare sempre più l’immagine culturale di Ladispoli. Sempre da Cerveteri, l’assessore alla cultura Federica Battafarano ha inviato un messaggio di affetto e partecipazione alla manifestazione. Presenti anche il coordinatore del Codacons, Angelo Bernabei, il presidente dell’associazione nazionale Sociologi, Pietro Zocconali ed il noto pittore Pietro Sarandrea. Uno dei momenti più intensi è stato l’intervento della presidente dell’associazione “Diversamente Anguillara, Sabrina Pinto, fortemente voluta dagli organizzatori, per ribadire l’importanza dell’inclusione e del coinvolgimento dei disabili anche e soprattutto nel mondo della cultura e dell’arte. La splendida giornata si è conclusa con un ricco buffet e col ringraziamento agli sponsor “Crema e cioccolato” di Marisa Delle Fratte. “Papi distillati e vini”, “Lakeprint” e “Milves”. Secondo quanto trapelato, l’amministrazione di Anguillara, presente durante la serata con assessori e consiglieri, avrebbe proposto agli organizzatori di allestire un evento dedicato a Caravaggio anche il prossimo settembre, in orario serale e col fresco, sempre sotto le luci della suggestiva location dell’anfiteatro davanti al lago.

 

 

2 commenti

  • Complimenti per l’evento molto interessante e per il coinvolgimento del professor Franco Leone il cui libro su Caravaggio ho tanto apprezzato.

  • Grazie al prof. Franco Leone❤️ della grande bellezza che riserva nella superlativa passione per la cultura artistica che illumina con grande eccellenza la grande passione dell’ arte donando una luce come quella di Caravaggio che sicuramente ha incorniciato e riservato in questo bellissimo evento solo meraviglie e per chi ha avuto l’ onore di essere presente e godere delle sue opere poetiche che avranno riempito esclusivamente e superlativamente di emozioni,e a questo si deve riconoscere la grande riconoscenza e considerazione per la grande anima poetica da un valore unico!! Auguri grande anima poetica! ❤️🌹

Lascia un commento