Cerveteri Civitavecchia Ladispoli Litorale Sport

Cerveteri espugna Civitavecchia, cade il Nettuno, boccata di ossigeno per il Ladispoli

Terza giornata di Eccellenza caratterizzata da un vero terremoto in testa alla classifica.

Cadono le due capolista Civitavecchia e Nettuno, ancora a digiuno di vittorie la W3 Maccarese e la Polisportiva Cimini, in vetta al Girone A c’è da solo il Centro Sportivo Primavera che ha liquidato con un netto 3-0 un altalenante Anzio. Se non ci fosse stato il pasticcio provocato dall’arbitro proprio nella partita di Anzio, il Cerveteri sarebbe ora primo in classifica con 7 punti dopo la straordinaria vittoria ottenuta oggi pomeriggio al Tamagnini di Civitavecchia. I verdeazzurri sono stati perfetti, non si sono demoralizzati dopo aver subito il goal di Cerroni dopo pochi minuti, hanno ribaltato il risultato con due reti del bomber Alessio Teti e con il rigore trasformato da Toscano nel secondo tempo. Una prestazione che rilancia le quotazioni del Cerveteri e pone qualche dubbio sulla tenuta del Civitavecchia che aveva l’occasione per tentare la prima mini fuga del torneo. Invece i portuali non hanno approfittato del risultato più clamoroso della giornata, ovvero la sconfitta casalinga del Nettuno, superato di misura da un ottimo Fiano Romano con un goal di Nardecchia. Protesta il Nettuno per due presunti rigori non concessi dall’arbitro. Rialza la testa l’Unipomezia che supera 2-0 un arcigno Quarto Municipio e si rilancia dopo la batosta nel derby con i cugini dell’Indomita Pomezia caduta sul campo di una Vis Sezze in grande spolvero nella parte alta della classifica. Arrivano i primi punti per la W3 Maccarese che ha pareggiato 0-0 in casa del Campus Eur, un match in cui la paura di sbagliare ha frenato due ottime compagini. Primo punto anche per la Polisportiva Cimini che ha strappato un buon 1-1 sul terreno mai facile di una spumeggiante Boreale. E’ ovvio che non sia questo il cammino che W3 Maccarese e Polisportiva Cimini debbono avere per puntare all’altissima classifica. Torna a sorridere anche il Ladispoli che regola 2-0 con goal di Aracri e Catese il Falaschelavinio, forse il club più debole del girone e con tantissimi giovani in rosa. Come avevamo previsto, goal e spettacolo tra tra Astrea ed Aurelia, uno scoppiettante 2-2 grazie ai goal di Mancini e Castro per i padroni di casa a cui ha replicato la doppietta di Fofi. Si archivia dunque la terza giornata, classifica molto fluida, attualmente non sembrano esserci compagini in grado di navigare da sole in vetta.

Lascia un commento