Litorale Notizie Italia Sapere è salute Ultim'ora

Il Codacons sostiene il Premio Nobel per la Pace al personale sanitario italiano

“Come ha scritto più volte la stampa, il sistema sanitario italiano e i suoi operatori sono stati i primi, nel mondo occidentale, a doversi confrontare con il nuovo virus e i primi a dover affrontare un’emergenza sanitaria mai vista prima, facendo ricorso e provando “sul campo” possibili rimedi. La categoria dei medici e degli operatori sanitari paga un caro prezzo all’epidemia: più di 90.000 contagiati e tantissimi morti. Tenendo fede al giuramento di Ippocrate e al loro codice deontologico, medici, infermieri e volontari si sono predisposti a combattere questo micidiale e subdolo virus come dei soldati in trincea, sì proprio come in guerra, anche se in guerra non siamo o forse sì, ma una guerra diversa”.

Angelo Bernabei

A riportare questi concetti è il coordinatore del Codacons del litorale, Angelo Bernabei, che ha commentato la notizia che il personale sanitario italiano è candidati al premio Nobel per la Pace 2021.
“Li abbiamo chiamati “eroi” – prosegue Bernabei – abbiamo visto la loro abnegazione, il loro coraggio e anche la disperazione dei loro occhi quando vedevano morire persone senza poter far niente di più di quello già fatto. La proposta di candidatura è stata lanciata dalla Fondazione Gorbachev di Piacenza per veder riconosciuto lo sforzo a cui sono stati sottoposti gli operatori sanitari italiani, sacrificando spesso la propria vita per preservare quella degli altri. La candidatura è stata sottoscritta anche dal Premio Nobel per la Pace nel 2017 Lisa Clark, che vivendo da tantissimi anni in Toscana ha potuto constatare personalmente il grande sacrificio di tutta la categoria sanitaria, il loro impegno e la commovente abnegazione per salvare quante più vite possibili. Il parere positivo del Comitato per il Nobel rende merito all’Italia intera, il cui personale medico si è sacrificato e continua a farlo, sia a livello professionale che umano, in un contesto che non accenna a migliorare. Il Codacons si augura vivamente che il personale sanitario italiano possa ottenere questo prestigioso e meritatissimo riconoscimento”.

Lascia un commento