Cerveteri Civitavecchia Ladispoli Litorale Sport Ultim'ora

Ladispoli e Civitavecchia non mollano, Cerveteri che rabbia! Cimini che succede?

Quarto turno del torneo di Eccellenza ed una squadra già tenta la mini fuga.

Esultanza giocatori Maccarese negli spogliatoi

Non si ferma più il Maccarese, giunto al poker consecutivo di vittorie dopo aver espugnato a fatica il difficile terreno del Campus Eur. Una vittoria importante quella dei bianconeri che viaggiano a punteggio pieno, mostrano una grande solidità tecnica, a fari spenti hanno messo già tutte le avversarie alle spalle. Un Maccarese solido che domenica prossima avrà il primo vero scontro diretto d’alta classifica ospitando il Ladispoli che ieri ha regolato di misura un ostico Atletico Vescovio. Un gran bel goal del solito Teti (nella foto), giocatore di altra categoria, ha permesso ai rossoblu di fare bottino pieno, a causa del forte vento non è stata una bella partita, ma per i ragazzi di Franceschini era necessario tornare a vincere dopo lo stop di Pomezia. Nel finale il Ladispoli ha corso qualche rischio ma sono stati tre punti pesanti, a Maccarese sapremo se i rossoblu possono veramente lottare per i primi due posti. I rossoblu finora sono stati inesorabili con le squadre di secondo piano, tornare con i punti da Maccarese vorrebbe dire aver superato l’esame di laurea e puntare davvero in alto.

E’ tornato alla vittoria, nell’anticipo di sabato, il Civitavecchia del mister Castagnari. L’Ottavia ha venduto cara la pelle, è stato un match divertente caratterizzato da molti errori in fase difensiva. I nerazzurri dovevano dare delle risposte ai tifosi, hanno vinto con grande carattere, sono pronti per la gara del terzo turno di Coppa Italia di mercoledì pomeriggio quando al Tamagnini ospiteranno la capolista Maccarese che viaggia con il vento in poppa. La Coppa Italia è la cosiddetta porta di servizio per essere promossi in Serie D grazie al ripescaggio quasi certo della vincitrice. Servirà il miglior Civitavecchia in Coppa Italia, in campionato due settimane fa il Maccarese ha asfaltato i portuali per 3-0 proprio al Tamagnini.

Il mister Scorsini scuro in volto dopo la sconfitta

Sconfitta inattesa invece per il Cimini del mister Marco Scorsini sul campo della Boreale. Un ko di misura al termine di una gara in cui i viterbesi nonostante tantissime assenze hanno sfiorato più volte il goal, confermando un’imprecisione in attacco che sta costando carissimo in termini di punti in classifica. Il Cimini è già distante 7 lunghezze dalla capolista, è ovvio che il campionato sia ancora lunghissimo e quando il mister Scorsini potrà mettere in campo tutti i titolari la musica inevitabilmente cambierà. Crediamo che la società debba intervenire sul calcio mercato, servono almeno tre acquisti per permettere al Cimini di non perdere ulteriore terreno dalle prime della classe. Intanto un altro importante appuntamento bussa alle porte, mercoledì il Cimini si giocherà il passaggio ai quarti di finale della Coppa Italia in casa contro l’Ottavia. Un cliente difficile che ha messo in difficoltà il Civitavecchia, una partita da vincere per puntare ad un trofeo che a questo punto potrebbe diventare l’obiettivo reale della stagione. Serve una vittoria che scuota l’ambiente, con l’Ottavia il Cimini si gioca già molto, speriamo che la malasorte la smetta di tormentare i viterbesi a colpi di giocatori infortunati.

Una fase di Astrea – Cerveteri

Quarta sconfitta consecutiva per il Cerveteri, travolto nel punteggio ma non nel gioco dall’Astrea. A leggere il risultato di 3-1 si potrebbe pensare ad una gara a senso unico, in realtà sul campo abbiamo assistito a ben altra storia. Il Cerveteri, dopo un inizio choc con un goal subito dopo pochi secondi, ha messo in difficoltà i romani, ha comandato il gioco, sfiorando un paio di reti prima di pareggiare con Alessio Teti, in assoluto il migliore in campo. Nelkla ripresa poi è accaduto l’imponderabile, è uscita fuori tutta la fragilità emotiva dei ceriti che hanno preso due goal in tre minuti per un surreale errore difensivo e per un calcio di rigore, con tanto di espulsione di Morasca, per un fallo in area inutile. A quel punto il match è finito, peccato perchè la mano del mister Marco Ferretti si inizia a vedere, il Cerveteri gioca bene, ha mostrato carattere, al tecnico il compito di lavorare sulla tenuta psicologica della squadra per evitare le amnesie difensive che stanno costando caro. Domenica al Galli arriverà l’ostica Boreale, adesso occorre vincere e basta, siamo certi che il Lupo Ferretti farà ringhiare la sua squadra a cui serve come il pane l’apporto dei tifosi. Che debbono tornare a gremire gli spalti dello stadio Galli per evitare che il campionato diventi una lunga agonia sul fondo classifica. Il Cerveteri ha tutte le carte in regola per salvarsi se squadra, società e tifosi fanno quadrato.

Tra gli altri risultati è tornata alla vittoria l’Aranova che ha strapazzato il derelitto Grifone in trasferta, il Parioli ha espugnato Fiumicino, il Pomezia ha maramaldeggiato a Certosa, confermando di puntare alla promozione. E’ una classifica che inizia a sgranarsi, le big stanno scaldando i motori, per ora complimenti al Maccarese che guarda tutti dall’alto.

Lascia un commento