Litorale Notizie Italia Russo, ma non dormo Sport Ultim'ora

Lo spezzatino indigesto

di Ugo Russo 

Sorvoliamo sull’attuale momento calcistico che vede in pieno svolgimento l’Europeo per nazioni e con l’Italia che, dopo il promettente avvio, è tornata a far sognare le piazze assiepate di tifosi. Il segreto pare essere il bellissimo gruppo costruito da Mancini, che mette in mostra un gioco che da tempo immemore non si vede nel nostro campionato di serie A (rivedere lo splendido terzo gol di Insigne, con tutti tocchi di prima, alla Turchia). E fa sperare di annullare il lungo gap, 53 anni, di vittorie nella manifestazione. Dell’Europeo ricordiamo anche quanto avvenuto sul campo al danese dell’Inter, Eriksen che per un attimo (ma fortunatamente soltanto per quello) ha riportato alla mente i casi Curi, Morosini, Astori (anche se in questo caso la morte era avvenuta nel sonno). Ora il centrocampista nerazzurro sta riprendendosi in ospedale e deve molto al suo compagno di nazionale e capitano, Kjaer, che capìta subito la gravità di quanto successo a Eriksen gli ha alzato la lingua, sprofondata in una pericolosissima immersione e posizione. Kjaer, già, giocatore del Milan. E’ stato il più bel derby della storia, non antagonisti ma protesi alla salvaguardia dell’esistenza umana che alla fine ha trionfato con tutte, poi, le pronte assistenze mediche del caso. Non sappiamo se l’interista tornerà a giocare, per lui, comunque, ci saranno continue manifestazioni di affetto, come del resto ci sono già abbondantemente state; ma anche per Kjaer, quando ricomincerà il campionato, ovunque si troverà a giocare il Milan, è lecito pensare a cori e proclami di ringraziamento nei suoi confronti. Nota negativa della rassegna continentale il fatto che la gente (e anche l’organizzazione: dove è il rispetto delle norme anti-covid con l’opportuno distanziamento e l’utilizzo delle mascherine?), e qui devo spezzare una lancia nei confronti degli italiani che non sono gli unici imbecilli ma pare essere idiota l’intero pianeta (perché anche nelle gare nelle varie zone del mondo si riscontra questo), fa tutto il contrario di quello che si dovrebbe fare, con assembramenti sugli spalti e mascherine… lasciate a casa.

 

Ma andiamo, invece, a quello che ci riserverà il tornare alla noia del citato massimo (ribadisco, minimo come gioco) campionato. Quando si è trattato di aggiudicarsi la partita sul diritto a trasmettere tutti gli incontri Dazn ha affondato il colpo, conquistando l’importante contesa. Ma sin da subito, capendo probabilmente di aver fatto il passo più lungo della gamba, ha capito che per rientrarci in qualche modo (o perdere il meno possibile) giocava tutto sugli abbonamenti ma soprattutto sugli sponsor da inserire in messe copiosa. Per questo che bisogna fare? Tutte e dieci le partite in orari diversi!!! E’ come per un imbonitore che sappia fare al meglio il proprio mestiere, convincere con: non ve la do per uno (giorno), due ma tre o addirittura quattro giorni e non se ne parli più ogni tornata di campionato. Perché per ora è previsto che si giochi dal sabato al lunedì, ma vedrete quanti venerdì saranno utilizzati… E’ la completa fine del calcio, un tempo basato sulla simultaneità degli incontri e tu la domenica pomeriggio conoscevi subito la nuova classifica. Oggi, forse la sai il martedì, poi comincia una nuova giornata e non ti raccapezzi su quel match a quale giornata appartenga. Mettici le coppe, mettici i recuperi il calcio NON SI FERMERA’ MAI, annoiando per quello che non riesce a proporre agli occhi, annullando completamente l’attesa per certi incontri. Necessaria una totale rivoluzione. All’uopo importante trovare gente ai vertici che dia più affidabilità, togliere in tutto o in parte la tecnologia, riformare una categoria arbitrale all’altezza, costruire squadre che sappiano tornare a competere in europa. A fine stagione è stato incredibile vedere le due formazioni che si giocavano la champions (inglesi, nella circostanza) che correvano come forsennate quasi per l’intero arco della gara, mentre le compagini indigene dopo venti minuti hanno la lingua di fuori. Quello che ci manca sono i preparatori atletici; all’estero sanno bene a chi rivolgersi. Lasciamo l’argomento con due foto  che vi regaleranno un sorriso, in attesa di rituffarci su un altro contenuto molto ma molto triste, perché se di calcio si può fare tranquillamente a meno della vita proprio no. E’ il bene più prezioso che abbiamo e a nessuno è permesso giocare sulla nostra esistenza. Allora: possibili effetti del calcio spezzatino con i giocatori che impazziscono e creano situazioni anche paradossali, come il nuovo modo di fare lo stretching pre-partita.

Oppure, si gioca sempre e a qualsiasi orario? Rose più ampie e aprire anche agli over 70 (altro che astrazeneca)

I VACCINI ASSASSINI – Negli ultimi giorni altre morti dopo vaccinazioni con astrazeneca e hanno addirittura cercato di dare la colpa alle pregresse patologie di chi non ce l’ha fatta! Solo che al meraviglioso sorriso di Camilla che ha lasciato troppo presto questa terra, si è contrapposto, il giorno dopo, il decesso di un 54enne che era in ottima salute, stando alle parole della figlia. Non vi attaccate più sugli specchi!!! Cialtroni, maledetti, avete contribuito ad uccidere un’infinità di gente con un modo di procedere infame e sempre diverso da un giorno all’altro. Vi ricordate, eh, vi ricordate quando non più di sei mesi fa dicevate che l’astrazeneca doveva essere somministrato al massimo fino ai 55 anni? Poi avete alzato a 60 ma, parallelamente, raccomandavate di inoculare il pfizer agli anziani. Ora l’esatto contrario, ma volete spiegare che valore tecnico-scientifico ha questo cambiamento di rotta? Il giovane fisicamente e come forze sta nettamente meglio dei vecchi anche nel sopportare “farmaci pesanti”. E allora ribadiamo quanto già detto: i giovani dovranno rifondere (col quasi…) negli anni futuri il recovery fund e vanno salvaguardati; gli anziani, per arrivare ad annullare il buco clamoroso dell’inps, vanno lasciati morire perché devono scordarsi il pagamento delle pensioni! Quanto, poi, all’altro fatto clamoroso, vi siete scordati quando ci dicevate o facevate dire ai vostri virologi di fiducia, che le due dosi non dovevano essere ASSOLUTAMENTE diverse? Ora a quelli che hanno fatto la prima dose con astradocaz raccomandate di fare la seconda con pfizer (sì, ma quando, visto che non c’è), perché recenti studi hanno dimostrato che mischiare le due dosi rende ancora più forte la resistenza al covid: cazzari!!! Chi vi crede più!!! In un momento in cui tu governo stavi cercando di propinare a destra e manca astrazeneca negli open-day (soprattutto per i giovani) con l’unico vaccino che hai acquistato a decine e decine di milioni di dosi e che non sai a chi darlo, queste morti ti rimettono tutto in discussione? E non lo sapevi che astramorte doveva sparire dalla circolazione? figliuolo prima ha detto: “a giugno saranno vaccinati l’80% degli italiani”, ora ha spostato a settembre, poi nelle ultime ore ha affermato che al momento non ci sono altri vaccini Pfizer e moderna. Tutto questo dopo aver promesso da mesi: “Tra quindici giorni arrivano otto, dieci, trenta milioni di Pfizer!!!”.Il popolo non vuole farsi astrazeneca (E TI CREDO!!!) e probabilmente quel termine della fine dell’estate slitterà. Poi se a settembre si riuscirà nell’intento non griderete mica al miracolo, vero? Sarà l’unica cosa positiva promessa e mantenuta in due anni di falsità, miserie, morti. E le 500 milioni di dosi di pfizer che biden ha portato al g7 per regalarle all’europa e di cui una parte cospicua doveva spettare a noi chi se le è fottute? Zimbelli dell’europa!!! Nel lazio, poi, siamo combinati proprio bene con una regione che non funziona affatto. Da cinque giorni sono state sospese in pratica tutte le possibilità di prenotarsi online per i vaccini perché c’è solo astrazeneca, fatto sparire alla vista; di pfizer nemmeno l’odore e bloccate anche le farmacie perché in grado di fare solo lo shampoo, pardon johnson&johnson.

Tutto riaperto in zona bianca (ridicola la suddivisione in zone), tutti contenti, ma ancora numerose nubi nel futuro. Sabato scorso in una palestra di Milano sono state riscontrate dieci positività alla variante indiana, la più terribile, sembra. Pensate che tra i dieci è risultato positivo anche uno che ha già fatto entrambe le dosi del vaccino. Un popolo come quello italiano che andrebbe strigliato e invece viene lasciato alle proprie decisioni, alle proprie volontà senza il minimo controllo. E tornando a come seguono le partite all’europeo e non solo sembra essere il mondo intero che sta scegliendo l’autodistruzione: vivere come si vuole oggi senza minimamente pensare al domani. Il tutto con l’assoluta mancanza di rispetto nei confronti degli altri.

SALUTI  Pochi giorni all’inizio dell’estate, anche se il caldo ha già cominciato a farsi sentire. Ci fermiamo qui per ritornare alla vostra attenzione e alle vostre letture a settembre inoltrato. Con (la) speranza (sì, proprio lui e la sua “allegra brigata”) che si sia tolto di torno e avremo finalmente acquisito certezze di una vita migliore. Spero di ritrovarvi ancora abbronzati e soprattutto spensierati. Sogno? No, l’augurio è che sia la realtà. Buona estate!!! Un grande abbraccio (ancora virtuale) a tutti dal vostro Ugo Russo.

Lascia un commento