Litorale Notizie Italia Russo, ma non dormo Ultim'ora

PERCHE’? PERCHE’? PERCHE’?

di Ugo Russo 

L’italia cade a pezzi, crolla tutto e le strade sono strapiene di buche. Nonostante questo raramente si interviene e lo si fa dopo che é avvenuta la tragedia. Basta una pioggia più intensa del solito per scatenare autentici sconquassi. E no, cerchiamo di porre rimedio in anticipo per far capire al popolo italiano che c’è uno stato che lavora per mettere in sicurezza vite umane. Non certo, però, dei migranti che vengono qui all’80% da paesi dove in quel m omento non c’è la guerra e dopo gli interventi in mare abbiamo scoperto che il n ostro ministro dell’interno non va a scavare, dando una mano ai soccorritori per trovare gli ultimi quattro dispersi che ancora non si trovano;no lui va a fiumicino a ricevere 114 migranti libici giunti in aereo (a carico nostro), guarda un po’ proprio provenienti dal popolo che aveva garantito un aiuto per lasciare e sistemare i profughi nella loro casa, in africa. Per questi c’è sempre spazio per accoglierli, anche in alberghi ambì ti della riviera emiliano-romagnola ma noi continuiamo a trasmettere spot che parlano di aiutare i malandati dell’ucraina, i bambini malati che vengono da altre nazioni in particolare del terzo mondo, ma intanto ci dovrebbe pensare il nostro stato ad aiutare questa gente e non un popolo disgraziato come siamo diventati noi!!! Perciò, ma chissenefrega dei migranti. O meglio pensiamo, potendo, anche a loro dopo  che qualcuno pensa prima a un numero di poveri nel nostro paese che si avvicina a grandi falcate ai dieci milioni. E poi ti raccomando l’importazione e l’esportazione dei nostri prodotti. Tante cose partono dall’italia e ci tornano a prezzo triplicato, se non quattro volte superiore. L’altro giorno al supermercato mi è capitato di comprare delle arance che mi sembravano belle ma costavano uno sproposito. Il cartello grande indicava: provenienti dalla spagna. Tornando a casa (fate una carezza ai vostri bambini- come diceva il Grande Papa Giovanni XXIII, ma qui la cosa è molto più laica), tornando a casa ho notato che su un paio  di arance c’era scritto: “provenienti dalla Sicilia (maiuscolo ma solo per rispetto ai miei genitori che lì erano nati, non certo per un pessimo avvocato di castel vetrano che sta letteralmente mandando sul lastrico mio fratello in una causa in cui il fratellone ha pienamente ragione, eppure dovrebbe difenderlo e far valere le sue ragioni. Ma non è capace. Se vi capita di imbattervi in lui il suo cognome è di sei lettere, fujte, fujte come si dice da quelle parti) a 8 euro al chilogrammo!!! Dunque, sistemiamo prima i nostri poveri (che non ci pensa nessuno, maledetta unione europea e porco euro) e ancora chissenefrega dei migranti!!! Rimandiamoli in mare e che tornino nei loro luoghi di partenza. Se poi scopriamo che qualche politico ha preso i soldi per farli arrivare da noi, aspettiamo il mare in tempesta e mettiamoli in flutti agitatissimi su una barchetta talmente piccola che la prima grande ondata la fa rivoltare. Basta a quelli che campano o fanno le loro fortune alle spalle degli italiani. Non ci deve essere alcun processo…

Tornando al dissesto idrogeologico per il quale, secondo alcune fonti, sarebbe il 94% del nostro paese a soffrirne non si può continuare a gettare soldi invano, bisogna pensare di stanziare i soldi giusti per porre fine al problema, perché, come nel recente caso di Ischia (i cui effetti sono rappresentati parzialmente nelle due foto, sotto al titolo e all’interno dell’articolo), viene minata una delle risorse del nostro turismo interno. Quanta gente dall’estero viene ogni anno nella purtroppo ex ridente cittadina campana. Dopo quanto avvenuto (e il caso dell’albergo di Rigopiano è ancora nei nostri occhi senza che nulla sia stato ancora fatto) non verrà più nessuno; se vanno avanti così le cose chissà per quanti decenni.Così è per alluvioni, frane, terremoti ma insomma non ci si può pensare (e con relativa efficacia, per la verità) prima? Meloni, pensaci tu: gli italiani con il voto hanno dimostrato di credere in te. Non li smentire. Intanto, ancora si spera di trovare i dispersi e centinaia di famiglie che hanno perso tutto sono state evacuate e per loro il futuro è nebuloso per capire dove e quando andranno a vivere. Per ora l’unic a cosa che hanno scoperto è un irragionevole abusivismo edilizio e per far mangiare loro e i bambini. magari verrà colpita gente che prima della frana viveva dignitosamente e adesso non sa neppure come rimediare i soldi per mangiare. Anche per i bambini. Ma questi spot non li manderanno mai…

L’OPPOSIZIONE DELL’OPPOSIZIONE –Quelli che fino a due mesi fa si trovavano a comandare (bella forza, si erano messi da soli…), dopo che finalmente è stata la popolazione italiana accorsa al voto a decidere quale doveva essere l’ideale ricambio,una volta passati all’opposizione i reprobi che ci hanno ampiamente rovinato nel loro lungo governo, fanno opposizione anche sulle cose che avevano suggerito loro. E questo perché sentono la poltrona schizzare sotto al loro chiccherone. Così capita che Conte (nel Conte due) aveva suggerito di appoggiare l’invio di armi all’ucraina. Ora stando dall’altra parte dice: “no basta con le armi a zelensky”. Allora lo stesso conte, calenda, renzi, letta (ma ancora è in giro?) e compagnia bella di fronte a un impossibile assegno da diecimila euro a famiglia, che fanno, lo rifiutano perché deve essere di almeno 10 mila e cinquecento? Ma non siamo ridicoli. Piuttosto, però, notiamo ancora che la maggioranza è troppo “morbida “ nel farli parlare, dovrebbe, così come fecero loro quando comandavano, tarpargli le ali e la parola. Per concludere: la scorsa settimana avevamo detto che c’erano due ministeri da sollevare immediatamente perché non sembravano all’altezza, loro e chi li dirigeva: la sanità e la giustizia. Dopo quello che ha fatto a fiumicino aggiungiamo pure ill ministero degli affari esteri. Siete d’accordo?

Lascia un commento