Cerveteri Civitavecchia Ladispoli Litorale Sport Ultim'ora

Pomezia e Cimini sperano che il Ladispoli fermi la corazzata Civitavecchia. Cerveteri ad Aranova per vincere

Penultimo turno del Girone di andata del campionato di Eccellenza, potrebbe essere una domenica di verdetti quasi definitivi.

Ma purtroppo anche di una gara rinviata per Covid, ovvero quella tra Ottavia e Cimini. Big match è il derby Ladispoli – Civitavecchia, gara che evoca gare intense e roventi in un recente passato e che questa volta potrebbe rappresentare lo spartiacque della stagione per entrambe. Il Ladispoli è al crocevia inappellabile, o vince il derby e si rilancia verso l’alta classifica, oppure sprofonda nel grigiore di un girone di ritorno che avrebbe come obiettivo soltanto guardarsi le spalle in un torneo che prevede sei retrocessioni e play out dall’ottavo posto in giù. I rossoblu sono reduci da un periodo negativo, hanno ottenuto un punto in tre gare contro compagini di seconda fascia, il distacco dalle prime inizia ad essere robusto, servirebbe una prova di carattere per dare la scossa ad un ambiente sfiduciato in cui la polveriera potrebbe esplodere da un momento all’altro. Per il Ladispoli arriva l’avversario più in forma del campionato, quel Civitavecchia reduce da cinque vittorie consecutive e che in Coppa Italia strapazzò con un netto 3-1 proprio i rossoblu allo stadio Tamagnini. Paradossalmente un derby tanto insidioso e difficile potrebbe accendere la miccia nel club della presidente Fioravanti che sarebbe pronta alla rivoluzione totale in caso di ennesima sconfitta e fine dei sogni di gloria. Il Civitavecchia arriverà allo stadio Angelo Sale per vincere e continuare l’inseguimento al Pomezia che sulla carta non dovrebbe avere troppe difficoltà a fare bottino pieno contro Fiumicino. Stessi discorso per la Cimini quando potrà recuperare la gara con l’Ottavia, probabilmente a febbraio. I portuali vogliono presentarsi al big match contro la capolista Pomezia del 23 dicembre con la seria possibilità di balzare in cima alla classifica, coronando dunque un fantastico inseguimento. Sarà derby vero, a sostegno dei nerazzurri arriveranno almeno un centinaio di tifosi, al Ladispoli serve l’aiuto del suo pubblico per non giocare di fatto in trasferta contro un avversario fortissimo.

Alla finestra abbiamo detto il Pomezia che deve vincere contro il Fiumicino per evitare una spirale di polemiche che da tempo sembrano covare sotto la cenere anche se gli ospiti, reduci dalla spettacolare rimonta contro il Ladispoli, venderanno cara la pelle per non essere avvicinati dalle rivali per la salvezza. La Cimini del capocannoniere Manuel Vittorini (nella foto) viaggia sulle ali dell’entusiasmo di dieci risultati utili consecutivi tra campionato e Coppa Italia, il calendario ora sorride ai giocatori del mister Scorsini che non giocheranno con l’Ottavia ma riceveranno giovedì il Parioli, sempre in attesa di sapere se otterranno lo 0-3 a tavolino per le anomale sostituzioni della W3 Maccarese, la sentenza della giustizia sportiva sarebbe imminente. Dal derby Ladispoli – Civitavecchia è ovvio che anche la Cimini si attenda buone notizie o quantomeno guadagnare punti su una delle due rivali.

A caccia di riscatto anche la W3 Maccarese che riceve la pericolosa Astrea. Gli ospiti, a fari spenti, sono quinti in classifica col Ladispoli, hanno un rullino di marcia contro le grandi assai lusinghiero, i bianconeri dovranno essere al meglio della concentrazione contro un’Astrea che ha sconfitto il Ladispoli, pareggiato in casa di Civitavecchia e Cimini. La W3 con il Cerveteri, complici anche le assenze, non a brillato, cozzando contro l’ottima difesa dei verdeazzurri e contro due pali che hanno impedito la vittoria. Può sembrare incredibile ma W3 Maccarese -Astrea è uno scontro di alta classifica visto che i romani hanno 22 punti, a 3 lunghezze dai giocatori bianconeri. Una partita interessante che potrebbe essere anche spettacolare.

Una fase di Cerveteri – W3 Maccarese

In zona retrocessione per il Cerveteri arriva una sfida che potrebbe rappresentare lo spartiacque della stagione. I ragazzi del mister Marco Ferretti faranno visita all’Aranova, la vera delusione del campionato, con appena 19 punti, in piena palude play out. L’Aranova ha un organico di rilievo, era tra le più quotate per la lotta per la Serie D, tra cambi di allenatore e cammino altalenante ora deve guardarsi le spalle. Il Cerveteri andrà ad Aranova per vincere, i verdeazzurri hanno ritrovato la fiducia dopo aver fermato Civitavecchia e W3 Maccarese e vinto gli scontri diretti con Campus Eur, Grifone ed Atletico Vescovio. Dopo la gita ad Aranova il Cerveteri giocherà in casa gli scontri diretti con Ottavia e Parioli, c’è veramente l’occasione di risalire la classifica e lottare per un posto nei play out dopo un avvio agghiacciante di stagione con 6 sconfitte consecutive.

In fondo alla classifica partita da brividi tra Atletico Vescovio e Boreale, i padroni di casa vengono da 3 sconfitte consecutive che li hanno spinti al terzultimo posto in graduatoria. Gli ospiti sono pericolosi, stanno velocemente allontanandosi dalla zona spareggi, sono capaci di grandi imprese avendo sconfitto la Cimini e pareggiato con Pomezia e Ladispoli, un avversario scomodo per l’Atletico Vescovio che in casa non ha mai vinto, avendo ottenuto solo 2 pareggi e ben 4 sconfitte. Promette spettacolo Parioli – Certosa. Gli ospiti sono settimi in classifica, ad una lunghezza da Ladispoli ed Astrea, in caso di bottino pieno si affaccerebbero nella parte nobile della graduatoria. Il Parioli è una compagine particolare, alterna momenti esaltanti a rovinose cadute, con una vittoria si tirerebbe provvisoriamente fuori dai play out. Occhio all’attacco al fulmicotone del Certosa con bomber Gallaccio sempre in agguato. Appare dall’esito scontato Campus Eur – Grifone ma occhio alla legge dei grandi numeri. Prima o poi la simpatica compagine gialloverde interromperà la serie di sconfitte, arrivate a 13 consecutive, nonostante negli ultimi tempi le prestazioni siano state oltremodo decorose.

Lascia un commento