Litorale Santa Marinella Spettacolo

Roberta Bruzzone questa sera “Sotto il cielo del Castello di Santa Severa”

Continuano gli appuntamenti di “Sotto il Cielo del Castello di Santa Severa”, rassegna promossa dalla Regione Lazio e organizzata dalla società regionale LAZIOcrea in collaborazione con ATCL – Circuito Multidisciplinare del Lazio, tra musica, teatro, sport e appuntamenti a contatto con la natura, per tutti, grandi e più piccoli.Martedì 30 agosto è ospite del Castello di Santa Severa Roberta Bruzzone, la più nota criminologa e profiler italiana, in veste di cantante e narratrice, che guiderà il pubblico in un viaggio ai confini della follia e della creatività distruttiva. Lo spettacolo “Kriminal Rock – Viaggio nel lato oscuro delle leggende del rock” ripercorre una serie di brani simbolo e rappresentativi dei più complessi e controversi rocker della storia della musica contemporanea, dai misteriosi decessi del Club J 27 alle circostanze mai chiarite della morte di Kurt Cobain e Jimi Hendrix. Si cambia scenario e si passa dal rock al rap mercoledì 31 agosto con Gianni Bismark. Il rapper romano della Garbatella mescola in modo originale hip hop e canzone romana ed è pronto a salire sul palco del Castello con le sue canzoni che hanno conquistato la scena trap e un’ampia fanbase. Il suo ultimo disco, “Bravi ragazzi” è solo l’ultimo di una serie di progetti discografici cominciati come autoproduzioni prima di approdare nel 2019 alla Virgin Records con l’album “Re senza corona”. Molto apprezzato dai colleghi, Gianni Bismark collabora, fra gli altri, con Dark Polo Gang, Franco 126, Ketama126 e Pretty Solero, Tony Effe, Pyrex, Wayne, Dani Faiv, Tedua e Emma Marrone. Il primo appuntamento del mese di settembre è giovedì 1 con la serata “Juppiter… 30 anni senza andare fuori tempo”. Una serata di festa per raccontare i primi 30 anni dell’associazione figlia di Exodus, l’opera di don Antonio Mazzi, e comunicare le prospettive future di chi si occupa con passione di educazione, giovani, fragilità e famiglie. Juppiter si prende cura della comunità attraverso la musica, lo sport, il teatro e tutte le forme di comunicazione, soprattutto digitale. Le tematiche principali saranno: i giovani, le fragilità, la diversa abilità, ma anche tutti gli spettacoli, le avventure, gli incontri fatti in trent’anni di storia segnati dai linguaggi del teatro, della poesia, della musica e dello sport e dal rapporto con Exodus. Saranno presenti tanti ragazzi e ragazze con disabilità e tanti adolescenti, protagonisti sul palco per cantare, ballare e raccontare. A fare da scenografia, le immagini e le suggestioni di 30 anni di storia. Venerdì 2 settembre sale sul palco del Castello Giovanni Truppi, cantautore di rara sensibilità, capace di tratteggiare con le sue canzoni universi straordinariamente umani e sfaccettati, di scavare a fondo tra i sentimenti, attingendo da diversi linguaggi musicali come il jazz, il punk e la canzone d’autore. In scaletta troveranno spazio tanti brani della sua decennale carriera, compreso il singolo presentato al 72esimo Festival di Sanremo “Tuo padre, mia madre, Lucia”, e pezzi inediti che riveleranno in anteprima le nuove strade artistiche intraprese del cantautore napoletano. Ad aprire il concerto di Truppi è Francesco Forni, anche lui musicista napoletano con una lunga carriera alle spalle, che presenterà dal vivo il concept album “Una sceneggiata”, il racconto di una storia d’amore “della strada” con tutte le sue contraddizioni e insidie. Una sorta di West Side Story ambientata nei vicoli di Napoli, ispirata allo spettacolo teatrale con soggetto di Pierpaolo Sepe e la drammaturgia di Andrej Longo. Sabato 3 settembre torna al Castello di Santa Severa Edoardo Leo con la seconda data di “Ti racconto una storia”, per dare una volta di più l’opportunità al pubblico di assistere al reading-spettacolo creato dell’attore romano con le musiche di Jonis Bascir. “Ti racconto una storia” raccoglie appunti, suggestioni e pensieri raccolti dallo stesso Leo dall’inizio della sua carriera a oggi, suoi scritti originali, racconti e monologhi di scrittori celebri (Benni, Calvino, Marquez, Eco, Piccolo), articoli di giornale, aneddoti e testi di giovani autori contemporanei. Letture semiserie e tragicomiche che svelano spaccati di vita umana unendo parole e musica. Una riflessione su comicità e poesia per spiegare che, in fondo, non sono così lontane. Il prossimo week end, il “Villaggio dello Sport” al Castello di Santa Severa, promosso dal CONI Lazio in collaborazione con LAZIOcrea SpA, la Regione Lazio e il Comune di Santa Marinella, festeggia i due mesi di attività. In questo periodo, più di 3.000 persone hanno praticato le oltre 20 discipline sportive proposte sotto l’attenta guida di istruttori qualificati di Federazioni sportive, Discipline associate, Enti di promozione sportiva e associazioni sportive del territorio, trascorrendo giornate all’insegna del benessere e del divertimento. E le attività proseguono anche il prossimo week end, il penultimo della rassegna che per la prima volta ha animato l’area sottostante il Castello con lo sport per tutti.

Sabato 3 e domenica 4 settembre, dalle ore 11 alle 19, si potranno praticare 10 discipline sportive gratuitamente: wing foil, canottaggio, karate, atletica leggera, bocce, tennis tavolo, pallavolo, calcio e hockey su prato. Il programma aggiornato sarà pubblicato sul sito ufficiale www.castellodisantasevera.it. Ma non finisce qui, laboratori per grandi e bambiniescursioni naturalistichearcheotrekking, grazie a Parchilazio. E ancora, una mostra sui fumetti di Pat Carra, conferenze, giornate dedicate alla ricca offerta enogastronomica del territorio, degustazioni e molto altro per animare l’estate dell’antico maniero, straordinario patrimonio artistico, storico e archeologico affacciato sul mare. Un luogo magico che affonda le sue radici nella storia, a partire dalle sue fondamenta erette sull’abitato dell’antico porto etrusco di Pyrgi. Un’estate piena di appuntamenti, dunque, in un luogo straordinario, inserito nei circuiti turistici mondiali per la sua bellezza e particolarità; imperdibile la struttura principale del castello, il borgo medioevale annesso, i Musei del Mare e della Navigazione antica e del Castello, oltre all’Ostello aperto tutto l’anno. I ragazzi della community LAZIO YOUth CARD, inoltre, potranno usufruire di tanti vantaggi e sconti da scoprire nel corso dell’estate direttamente sull’App LYC

Lascia un commento