Ladispoli Litorale Ultim'ora

Scalpore a Ladispoli per il clamoroso furto nella casa della presidente Sabrina Fioravanti

Ha destato scalpore tra i cittadini di Ladispoli la notizia del clamoroso furto messo a segno da ladri travestiti da finanzieri nella casa dell’imprenditrice Sabrina Fioravanti, nota per essere il presidente della società di calcio Academy.

La notizia, data in esclusiva assoluta nel tardo pomeriggio di ieri da Ortica Social, ha scosso l’opinione pubblica, sconcertata dalla scaltrezza ed impudenza dei malviventi che si sono mossi come consumati attori, traendo in inganno la vittima che ha creduto veramente di essere oggetto di una perquisizione da parte dei Baschi Verdi. Dotati di pistole, manette, pettorine, distintivi e perfino di un’ordinanza del tribunale di Civitavecchia. In realtà era tutto fittizio, ma Sabrina Fioravanti se ne è resa conto soltanto dopo aver scoperto che le erano stati sottratti denaro contante, preziosi e pure il router del wifi che aveva filmato l’arrivo dei falsi finanzieri con le telecamere di sorveglianza. Ieri il nostro giornale ha contattato la presidente Fioravanti che ci ha raccontato il movimentato episodio, confermando di essere ancora comprensibilmente spaventata per essere rimasta, di fatto, per oltre quaranta minuti in balìa di malviventi che avrebbero potuto farle del male. Per fortuna è incolume, amareggiata per il furto e soprattutto per la sottrazione di un oggetto a cui è particolarmente legata. Sabrina Fioravanti ha affidato ai mass media un appello ai ladri affinchè le restituiscano una catenina con una medaglia su cui era raffigurato il volto del compianto padre Augusto. Un oggetto di immenso valore affettivo che la vittima spera le possa essere restituito in qualche modo. La Fioravanti ha anche colto l’occasione di ringraziare tutti coloro che da ore con messaggi e telefonate le stanno esprimendo vicinanza per il bruttissimo episodio. Sul fronte delle indagini c’è ovviamente il massimo riserbo da parte degli inquirenti che stanno ricostruendo minuziosamente la dinamica del furto, messo a segno probabilmente da professionisti che hanno dimostrato di conoscere a fondo dove muoversi e le abitudini della vittima. Che raramente è sola in casa come accaduto il giorno del blitz. 

Lascia un commento