Ladispoli Litorale

“Stanno per arrivare i due milioni di euro per Torre Flavia”

“Ci siamo quasi – afferma Ardita –  manca una  firma è questione di poche ore, siamo nelle mani del Segretario Generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri il Consigliere di Stato dott. Roberto Chieppa, Ladispoli attende con fervore la firma sul Decreto Bellezza, numeri da record potremmo essere tra i 22 progetti ammessi in tutta Italia, attendiamo con gioia la pubblicazione del Decreto Bellezza con il quale verranno riconosciuti al nostro comune che dovrà stipulare gli atti di convenzione con il Ministero dei Beni Culturali 1.995.000 per restaurare il simbolo della nostra città, una lunghissima battaglia dove il consigliere Giovanni Ardita si è battuto passo dopo passo governo dopo governo senza mollare, sono cambiati 4 governi dal 2016 ad oggi e 4 commissioni, ci siamo cittadini di Ladispoli, la perla del nostro progetto che prevede la riqualificazione dell’Area monumentale e il restauro della nostra storica Torre Medioevale, tra poche ore il sogno diverrà realtà il faro si accenderà su Torre Flavia, un grande lavoro di squadra, dal progetto bellissimo presentato dall’arch. Evangelisti alla disponibilità e l’impegno dell’Assessore Veronica De Santis, e ringraziamo anche chi ci ha seguito e consigliato persone autorevoli la dott.ssa Simonetta Saporito Direttore Generale del Demanio e il Vice Presidente della Camera dei Deputati on. Fabio Rampelli.

Conclude Ardita 5 anni fa siamo partiti tra i 271 i progetti ammessi, ed oggi siamo arrivati tra i 22 approvati, significa lavoro, impegno e costanza nel credere di essere tra i migliori e delle eccellenze,  è con gioia che do questa notizia ai cittadini di Ladispoli, ho cercato solo di contribuire ad un qualcosa a cui dovevo alla mia città, ho ricevuto molto dai cittadini come stima consenso ed incoraggiamento ed ho voluto almeno mettere una piccola firma anche io su questo decreto che con il cuore rappresenta il finanziamento del restauro del simbolo della nostra città Torre Flavia.

Per l’amore della mia Ladispoli non ci si ferma qui lavoreremo tutti insieme per recuperare i 2.000.000 di euro per far tornare a far splendere anche il Castellaccio dei Monteroni, dopo aver cacciato i barbari ed i saccheggiatori dal Castellaccio dei Monteroni,  presto con competenza e serietà si lavorerà per fare le cose serie e non per far spendere soldi a chi per anni ha gestito il Castellaccio ed ha preso tanti finanziamenti senza far nessun lavoro, si cambia cultura e l’amore per il patrimonio storico e culturale della nostra città tornerà al 1 posto, parola di Ardita, il Castellaccio dei Monteroni diverrà un piacevole Museo Storico della nostra città e anche un polo di attrazione per eventi culturali tradizionali come il carciofo e anche sportivi con la bellissima corsa che ogni anni organizza l’Alsium in ricordo di Biagio Tabacchini, vi prometto, quest’anno me metto a dieta e parteciperò all’evento del cuore anche io”.

Lascia un commento