Cerveteri Civitavecchia Ladispoli Litorale Notizie Italia Ultim'ora

Tarquinia etrusca per la prima volta rivive in 3d grazie alla ricostruzione di Marco Mellace

Marco Mellace noto su youtubecon il nome di Flipped Prof, docente di sostegno presso l’IIS Luca Paciolo di Bracciano, ricostruisce Tarquinia al tempo degli etruschi. Lavoro epocale nonché il primo nel suo genere, riguardo ad una delle più importanti città degli etruschi.

Il professore romano, cresciuto a Ladispoli non è nuovo a queste imprese, infatti già dal 2019 Mellace è riuscito nell’impresa di ricostruire per la prima volta, immense e importanti città dell’antichità, come ad esempio Taranto, Cnosso, Siracusa, Locri Paestum e tante altre, compresa Cerveteri etrusca e i suoi quattro porti.

Marco ci dici come sei riuscito in questa impresa nella quale hai riportato in vita Tarquinia?

È stato un lavoro molto difficile e laborioso iniziato gli ultimi giorni dell’ottobre 2020, nel quale ho iniziato un approfondito studio filologico, ma ora le persone possono farsi un’idea dello splendore di Tarquinia la bella! Fortuna ha voluto che uno dei più grandi etruscologi e archeologi moderni, Francesco Galluccio abbia accettato la mia proposta di supporto e il primo tassello della ricostruzione è stato l’Ara della Regina nel suo secondo periodo costruttivo. Grazie a Francesco, sono riuscito a ricostruire l’Ara della Regina con le sue corrette decorazioni e colorazione ed è emozionante pensare che anche grazie al supporto di Francesco, è stato possibile ricostruire il tempio nelle sue fattezze, all’epoca degli etruschi. Ogni minimo dettaglio non è stato lasciato nulla al caso, compresi ovviamente i cavalli alati, che abbiamo deciso di collocare ai lati della struttura frontonale, che ancora oggi possiamo ammirare che costituiscono forse il simbolo di Tarquinia etrusca.

 

L’Ara della Regina, Tarquinia particolare con statue ipotetiche di Tarconte, l’ecista della città nella mitologia etrusca, fratello di Tirreno

Cosa comprende la ricostruzione di Tarquinia?

La ricostruzione comprende tutta l’area urbana di Tarquinia etrusca, compreso il cimitero villanoviano della Civitucola. Non potevano mancare ovviamente l’Ara della Regina e altri punti fermi certi della città, come la porta Romanelli e altre aree templari. Per il resto il costruttore 3d deve operare in base all’analogia storica e alle peculiarità che sono note della città. Si sa ad esempio che Tarquinia fu un importante centro culturale e religioso e questo certamente è evidenziato nel mio lavoro. Per quanto riguarda la ricostruzione della cinta muraria, mi sono basato sulle ipotesi ricostruttive presenti nelle opere del grande Etruscologo Camporeale, nel quale vi è una rappresentazione grafica della cinta muraria della città, della posizione dell’Ara della Regina e della posizione della Necropoli Monterozzi, la quale compare anch’essa nel mio lavoro. In particolare poi ho eseguito col supporto sulle fonti, un restauro virtuale di tre tombe: La tomba delle Leonesse, La Tomba dei Leopardi e la Tomba dei giocolieri, nelle quali sono riuscito a dare un volto alle figure che a causa del passare del tempo e del deterioramento, non si presentano attualmente per intero nella loro rappresentazione. Vorrei ringraziare anche Marco Di Marzio, giornalista  che mi ha consigliato e incitato a realizzare Tarquinia per completare il lavoro dei nostri Patrimoni UNESCO etruschi, dopo la mia ricostruzione 3d di Cerveteri del 2020 e lo ringrazio anche per il suo supporto sulle ricerche.

 

Tarquinia etrusca 3d la cinta muraria vista dall’alto

Infine non poteva mancare la ricostruzione 3d di Gravisca (nella foto in alto), il porto di Tarquinia al tempo degli etruschi, nel quale ho ricostruito lo sperone attualmente visibile, un tessuto urbano e il tempio-emporio greco anche se devo dire che le informazioni in merito che sono riuscito a raccogliere del porto durante il periodo etrusco, sono veramente poche. I dati sono per lo più riconducibili al periodo romano. Tuttavia la ricostruzione del Tempio emporio greco, luogo d’incontro nel porto è abbastanza verosimile e in ogni caso anche questo lavoro può darci un’idea dello splendore dello scalo ai tempi di Tarquinia etrusca.

Dove è possibile vedere i tuoi lavori relativi a Tarquinia etrusca?

Sul mio canale youtube, flipped prof, all’interno del quale ho preparato una playlist di 28 video nella quale vi sono video preparatori delle ricostruzioni di case e strutture poi utilizzare per tutti gli altri filmati presenti nella playlist, nella quale non poteva mancare ovviamente il documentario Il primo documentario 3d su Tarquinia, “Storia e immagini di Tarquinia etrusca” e il film di 45 minuti circa nel quale è possibile vedere tutta la ricostruzione nella sua interezza.

Link utili

Playlist Tarquinia 3d

https://www.youtube.com/playlist?list=PLlvD_kPCklfpgroZwMq_C95X9BhpNIU31

“Storia e immagini di Tarquinia etrusca”

https://www.youtube.com/watch?v=HEmQ36B4Hk8&list=PLlvD_kPCklfpgroZwMq_C95X9BhpNIU31&index=27

Il mistero e l’immensità di Tarquinia etrusca nel film 3d di Flipped Prof

https://www.youtube.com/watch?v=-tBZ6X8FZ8E&list=PLlvD_kPCklfpgroZwMq_C95X9BhpNIU31&index=27

Lascia un commento