Cerveteri Civitavecchia Ladispoli Litorale Sport Ultim'ora

Turno ad alta tensione per Civitavecchia, Ladispoli e Cerveteri in Eccellenza

Undicesima giornata del Girone A di Eccellenza che si profila impegnativa per le squadre di vertice.

Una fase di Civitavecchia – Boreale

La capolista Civitavecchia, dopo l’imprevista sconfitta casalinga con la Boreale, è attesa da una trasferta molto difficile sul campo dell’Astrea che ha la ghiotta chance di avvicinarsi al vertice della graduatoria. Un’avversaria coriacea per i portuali che sono chiamati a fornire una risposta chiarificatrice dopo i passi falsi più recenti che potrebbero aver minato la fiducia in un ambiente che punta palesemente alla promozione in Serie D. Potrebbe scaturirne un match spettacolare, il Civitavecchia se non dovesse vincere si ritroverebbe risucchiato nel gruppone delle inseguitrici.

Tanti tifosi dell’Anzio seguiranno la squadra a Nettuno

Chi sogna il sorpasso è l’Anzio, atteso però da un rovente derby a Nettuno. E’ un match ad altissima tensione, i due club sono storicamente divisi da una profonda rivalità, i neroniani potrebbero agganciare la vetta della classifica dopo un lungo inseguimento. Il Nettuno vuole regalare una soddisfazione ai tifosi, la matricola viaggia in posizioni tranquille in graduatoria, per l’Anzio è un esame di maturità per sondare le reali chance di puntare alla promozione diretta. Il vero scontro diretto si gioca tra Aurelia Antica e W3 Maccarese. I romani vivono un momento di apparente appannamento, gli ospiti viaggiano col vento in poppa, i punti in palio sono pesantissimi per il vertice. Appare evidente che in testa alla classifica potrebbero arrivare scossoni significativi, non appare improbabile che una gigantesca ammucchiata di squadre in testa dopo questo turno.

Il mister dell’Unipomezia, Raffaele Scudieri

Chi è alla finestra, sperando di rosicchiare punti alle battistrada, è l’Unipomezia. Ma la gita a Sezze non sarà semplice, la Vis è scivolata in zona play out, venderà cara la pelle contro la compagine del mister Raffaele Scudieri che deve sfatare il tabù trasferta. In cinque gare lontano da casa l’Unipomezia ha rimediato quattro sconfitte ed un magro pareggio, un rullino di marcia insufficiente a cullare sogni di gloria. Se non dovesse vincere a Sezze, l’Unipomezia potrebbe precipitare in un vortice di incertezze dalle conseguenze imprevedibili. Match dall’esito incerto è Boreale – Campus Eur, un derby capitolino che dirà molto sulle rispettive ambizioni di classifica. La Boreale può avvicinarsi ulteriormente alla zona nobile, il Campus Eur deve allontanarsi frettolosamente dalla zona retrocessione, lontana appena un punto. Non è difficile prevedere un pareggio. Una bella partita sarà Polisportiva Cimini – Quarto Municipio. I giocatori del mister Scaricamazza stanno risalendo la china, la qualificazione in Coppa Italia ha acceso l’entusiasmo, domenica avranno l’occasione di arrivare a metà classifica in caso di vittoria. Ma dovranno fare attenzione al Quarto Municipio che viene da un periodo positivo ed inizia ad intravedere la zona play off. Il club del tecnico Lo Monaco è certamente la più bella sorpresa in questo avvio di stagione.

Il tecnico Michele Micheli

Nella bassa classifica ci sono un paio di partite sportivamente drammatiche. L’Academy Ladispoli non può più sbagliare l’appuntamento con la vittoria per non rischiare di rimanere impantanata nei bassifondi. Allo stadio Angelo Sale arriva un cliente scomodo, avversario difficile da sconfiggere, con i tre punti si avvicinerebbe alla parte alta della classifica. Il Ladispoli non può buttare al vento altri punti in casa visto che nei prossimi turni affronterà Civitavecchia, Unipomezia e Campus Eur, con l’intermezzo mercoledì prossimo della sfida di Coppa Italia a casa della Polisportiva Cimini. Mancherà ancora in panchina il mister Michele Micheli, appiedato per due turni dalla giustizia sportiva, sono previste assenze per infortunio, è un momento complicato che solo una vittoria potrebbe cancellare. I rossoblu debbono fare bottino pieno per evitare di essere sorpassati dall’Indomita Pomezia che potrebbe vincere contro il fanalino Fiano Romano. Spareggio vero e proprio anche la partita Falaschelavinio – Cerveteri. I padroni di casa vanno a corrente alternata, sono penultimi in graduatoria, lotteranno con il coltello tra i denti per i tre punti. Il Cerveteri non vince da dieci gare, segna poco, è sballottato tra la chiusura dello stadio ed una ridda di indiscrezioni che dipingerebbero una situazione esplosiva. La posta in palio è quasi decisiva, chi dovesse perdere vedrebbe veramente il baratro. Un pareggio non servirebbe a nessuno.

Lascia un commento